Focus on

Internazionalizzazione delle imprese: come funziona e come avere successo

Affrontare l’internazionalizzazione per un’impresa significa espandere il proprio raggio di azione oltre il mercato nazionale, cercando di replicare con successo quel vantaggio competitivo che si è creata in ambito domestico. Quindi espansione commerciale, ma anche creazione di reti locali di vendita, di succursali, fino ad arrivare all’insediamento di fabbriche o alla acquisizione di concorrenti.

Ma qualunque sia la strategia di espansione prescelta, l’azienda e il suo management devono essere pronti a implementarla. Per far ciò, è spesso necessario attuare importanti cambiamenti organizzativi, strutturali e culturali all’interno dell’azienda stessa.

I servizi di Temporary Management offrono il supporto di Temporary Manager altamente qualificati e con l’esperienza necessaria per guidare l’imprenditore nel processo di internazionalizzazione, attraverso l’analisi delle condizioni attuali dell’impresa e l’evidenziazione delle necessità di cambiamento, per passare poi alla valutazione delle nuove opportunità e alla stesura e implementazione del piano di espansione.

 

internazionalizzazione imprese

 

Il Temporary Management nell’internazionalizzazione dell’impresa

L’internazionalizzazione di una azienda prevede, dunque, l’introduzione di nuovi processi e strategie nell’impresa, che devono essere funzionali a una nuova logica internazionale.

Gli interventi di Temporary Management in ottica di internazionalizzazione sono efficaci e sono mirati a raggiungere un vantaggio competitivo su un nuovo mercato, cioè puntano alla difesa e alla differenziazione dai competitor già presenti.

Scegliere l’intervento di un Temporary Manager significa essere affiancati da un manager con esperienza internazionale, con una profonda conoscenza dei mercati esteri, delle normative internazionali e locali e degli strumenti necessari a inserirsi al meglio in un nuovo mercato.

Il Temporary Manager apporterà all’azienda un know-how immediatamente utile e utilizzabile, evitando il dispendio di tempo e risorse spese in tentativi non sempre adeguati. L’interim manager analizzerà l’azienda, così come le opportunità e le caratteristiche del nuovo mercato nel quale inserirsi e darà supporto nella progettazione di una strategia efficace.

Definizione e obiettivi dell’internazionalizzazione per un’impresa

Le società di Temporary Management mettono a disposizione dell’impresa dei manager temporanei che affiancano l’imprenditore nel percorso di internazionalizzazione.

Uno dei primi incarichi che il Temporary Manager assume è la verifica “As-Is” dell’azienda, cioè constata la presenza o meno di quegli elementi organizzativi e strutturali assolutamente necessari all’espansione estera. Per esempio, molto semplicemente, nell’ufficio commerciale c’è qualcuno che parla la lingua del Paese in cui vogliamo espanderci? La catena produttiva e logistica del nostro prodotto è in grado di rispondere ai tempi di consegna richiesti dal nuovo mercato? Il nostro prodotto è adatto alle aspettative dell’utilizzatore e alle normative del nuovo mercato? Trovati i punti deboli dell’azienda che potrebbero far fallire il percorso di internazionalizzazione, il temporary Manager in collaborazione con l’imprenditore definisce una serie di azioni da implementare preventivamente alla fase di internazionalizzazione.

Nel contempo, il Temporary Manager lavora alla definizione degli obiettivi e all’identificazione delle differenti opportunità di espansione nei mercati esteri.
Quando si parla di internazionalizzazione delle imprese, infatti, c’è molta differenza tra l’elaborazione di una strategia di semplice espansione commerciale (con l’introduzione dei propri prodotti o servizi nel mercato estero mantenendo inalterata la parte produttiva) da quella, per esempio, di insediamento di un’unità produttiva estera (che prevede la realizzazione di nuovi stabilimenti nel Paese estero di interesse).

Il Temporary Manager individuerà le migliori opportunità per l’impresa, basandosi su ricerche di mercato, analisi dei trend e della concorrenza, per mettere in evidenza quali siano i mercati più promettenti. Dopo avere effettuato queste ricerche, il temporary manager potrà affiancare al meglio l’impresa nello sviluppo della strategia. In altre parole, verranno definiti gli obiettivi da raggiungere per massimizzare il successo all’estero e verranno identificati i mercati internazionali più promettenti ai quali rivolgersi.

Internazionalizzazione delle imprese: adattamento al contesto culturale

Dopo aver definito insieme all’impresa gli obiettivi dell’internazionalizzazione, con l’ausilio delle analisi e delle ricerche effettuate dal Temporary Manager viene definito un action plan dettagliato che sia di guida alla conduzione del progetto nei mesi a venire.

Tale action plan richiede, però, che si conoscano molto bene il contesto culturale, le normative e le differenze rispetto alla nazione d’origine dell’impresa.

Il Temporary Manager mette a disposizione le sue conoscenze e le condivide con tutta l’impresa per affrontare al meglio l’adattamento al nuovo contesto culturale, informando i manager interni sulle pratiche commerciali locali, le consuetudini e le leggi commerciali, i requisiti tecnologici e normativi di prodotto, per esempio.

Vengono stilate strategie di marketing, di comunicazione e si adattano i prodotti alle esigenze e al contesto culturale del nuovo Paese, considerando le differenze tecnologiche, linguistiche, sociali e culturali del mercato estero.

Questo step è necessario affinché non ci siano fraintendimenti tra l’impresa e il Paese estero e si possa, quindi, adottare la strategia di internazionalizzazione più consona.

Internazionalizzazione delle imprese: sviluppo di reti e partnership

Il Temporary Management mette a disposizione anche esperienza e conoscenze per stabilire connessioni e partnership tra l’impresa e i mercati esteri.
Questo grazie a una vasta rete di contatti che possono diventare dei potenziali partner commerciali, clienti, distributori o fornitori per l’impresa che vuole espandere il proprio mercato. Possono anche conoscere eventuali investitori e/o partner finanziari, industriali o commerciali con i quali, nel caso, legarsi.

La ricerca di partnership avviene anche a livello istituzionale, in quanto i Temporary Manager possono avere un’ottima conoscenza delle fonti di finanziamento locale, per partecipare ai bandi nazionali, candidarsi per ricevere fondi o agevolazioni.

Gestione dei processi di internazionalizzazione

L’internazionalizzazione prevede un grande lavoro di gestione dei processi: dall’adattamento dell’azienda e dei suoi prodotti e servizi, alla ricerca di nuovi canali di distribuzione idonei al Paese scelto, fino alla gestione di tutte le problematiche relative all’apertura di unità produttive locali o al processo di M&A, con la gestione di possibili processi di fusione e acquisizione nella nuova nazione.

I Temporary Manager sono esperti nelle normative locali e nelle pratiche amministrative e fiscali, che spesso sono differenti dal Paese di origine, così come potrà essere differente la gestione delle operazioni logistiche all’interno del nuovo Paese.

L’imprenditore verrà affiancato nella gestione di questi processi dal Temporary Manager, che assicurerà all’impresa di adattarsi perfettamente alle condizioni del nuovo mercato e, successivamente, di guidare in modo autonomo la gestione.

Internazionalizzazione delle imprese: risoluzione delle sfide

Il percorso di internazionalizzazione è lungo e articolato e spesso l’imprenditore può trovarsi di fronte a problemi inaspettati e a nuove sfide.

Alcune delle sfide più comuni che il Temporary Manager dovrà fronteggiare possono essere la gestione della catena di approvvigionamento globale, per garantire un’efficienza costante degli approvvigionamenti, e il confronto con la concorrenza locale.

I Temporary Manager hanno esperienza nella risoluzione di problemi complessi e nel superamento delle sfide dell’internazionalizzazione; la loro esperienza riuscirà ad accompagnare l’azienda in modo efficace verso il raggiungimento dell’obiettivo, minimizzando gli ostacoli che si presentano.

Implementazione dei prodotti e servizi

Il vantaggio di assumere un Temporary Manager è quello di avere una figura altamente specializzata che non si limita semplicemente a portare il prodotto o servizio dell’impresa sul nuovo mercato estero. Il Temporary Manager affronta l’internazionalizzazione a tutto tondo, occupandosi di tutti gli aspetti sia interni che esterni di questo processo e propone la strategia più adeguata agli obbiettivi e ai mercati prescelti.

Ci sono molte strategie da attuare per insediarsi in un nuovo Paese: come l’attivazione di un servizio post-vendita nella nuova nazione, la vendita indiretta con agenti e rappresentanti, una rete di magazzini locali o in zone Free Trade, fino all’apertura di una nuova fabbrica o alla acquisizione di società locali.

L’internazionalizzazione significa, dunque, avere un piano a lungo termine per supportare la vendita dei prodotti e servizi con ulteriori elementi che vanno dalle modifiche organizzative aziendali, alla comunicazione e marketing, ai piani industriali, fino alla corporate structure.

Il Temporary Manager aiuta l’impresa a seguire un percorso che tenga conto di tutti questi fattori, mirato a costruire una visione e una strategia sul medio lungo termine.

Percinque: Temporary management per l’internazionalizzazione delle imprese

Percinque offre servizi di Temporary Management, mettendo a disposizione delle aziende il know-how e l’esperienza dei suoi Temporary Manager per affrontare con successo le sfide dell’internazionalizzazione.

Condividi questo contenuto: